Restoration and enhancement of the northern sector of the Fortifications of Pompei

 

 

Lotti ingegneria has started the activities related to the "Study for restoration and enhancement of the northern sector of the Fortifications of Pompeii".
The study is carried out in collaboration with Tecne, Most and archeologist M.R.Picuti. The project benefits of Prof. M.G.D’Amelio's scientific consultancy, Member of Faculty “Tor Vergata” University of Rome.

The work is part of the "Great Pompeii Project", an extraordinary and urgent program of conservation, prevention, maintenance and restoration work through which the Italian government intends to strengthen the protection of the archaeological site of Pompeii. With Community Decision No. C (2012) 2154 of 29 March 2012 is funded as Great Community Project.

The fortifications, compared with other archaeological remains, has specific characteristics from the architectural point of view, preserving its urban identity and constituting a rare document on the organization of construction and spatial articulation of sannitic defensive structures, updated during the late II early I century BC.


The node is of particular importance in the context since the tower should be a must see in the visit of the site, as a place of vantage observation for the ancient city and the landscape.

In fact, the design strategy aims mainly to strengthen, rearrange and enhance the site, making its qualities readable and intelligible.

The Tower of Mercury, largely rebuilt, rises to two floors above ground and with three levels of decking including accessible roof, from which you can enjoy a unique view of Pompeii site.

The tower is in good conditions even if with a widespread degradation - mainly caused by infiltrations - of the walls, the decorations and the plaster.


All restoration work and the context adaptation will focus on a better enjoyment of the asset and its enhancement, and tuned in a harmonic intervention strategy in which we will consider the local effects as part of an overall assessment, with respect to the image of the building itself and its relationship with the context.

In this evaluation will not be neglected aspects of sustainability, materials and the relationship with the environment, not only archeological but also natural, and accessibility, in accordance with regulations but especially in the ethics of allowing an extended as far as possible access to people with limited mobility.

Lotti ingegneria ha avviato le attività relative al “Progetto di Restauro e valorizzazione del settore settentrionale delle Fortificazioni di Pompei”.
Lo studio viene svolto in collaborazione con Tecne, Most e per l'archeologia la Dott.ssa Picuti. Il progetto si avvale della consulenza scientifica dell'arch. M.G. D'Amelio, docente alla facoltà di Ingegneria di Roma Tor Vergata.

L’opera fa parte del “Grande Progetto Pompei”, un Programma straordinario ed urgente di interventi conservativi, di prevenzione, manutenzione e restauro attraverso il quale il Governo italiano ha inteso rafforzare la tutela dell’area archeologica di Pompei. Con Decisione comunitaria n. C (2012) 2154 del 29 marzo 2012 è finanziato quale Grande Progetto Comunitario.

Le fortificazioni, rispetto ad altri resti archeologici, presentano caratteristiche specifiche dal punto di vista architettonico, conservando la propria identità urbana e costituendo un raro documento sull’organizzazione costruttiva e sull’articolazione spaziale delle strutture difensive sannitiche, aggiornato tra fine del II inizio primo secolo a.C.


Il nodo distributivo riveste una particolare importanza nel contesto poiché la torre dovrebbe costituire una tappa irrinunciabile nella visita del sito, in quanto luogo di osservazione privilegiato per la città e il paesaggio.

In effetti, la strategia progettuale intende soprattutto potenziare, riordinare e valorizzare il sito, rendendone leggibili e intellegibili le qualità in esso presenti.

La Torre di Mercurio, in buona parte ricostruita, si eleva per due piani fuori terra e tre livelli di calpestio inclusa la copertura praticabile, dalla quale si può godere di un panorama unico del sito di Pompei.

La torre è in buone condizioni di conservazione seppur con un diffuso degrado, prevalentemente causato da infiltrazioni, delle murature, degli apparati decorativi e degli intonaci.


Tutte le operazioni di restauro e di adattamento del contesto saranno finalizzate alla migliore godibilità del bene e alla sua valorizzazione, e accordati in una armonica strategia d’intervento in cui si considereranno gli effetti locali in una valutazione complessiva rispetto all’immagine del manufatto in se e nel rapporto col contesto.

In tale valutazione non saranno trascurate gli aspetti della sostenibilità, dei materiali e del rapporto col contesto, non solo archeologico ma anche naturalistico, e dell’accessibilità, nel rispetto della normativa ma soprattutto nell’etica di consentire una fruizione quanto possibile estesa anche a persone con mobilità limitata.

 

btt readmore white sxHOME   MORE ARTICLESbtt readmore white dx


Lottiassociati Logo 50© 2011
LOTTI INGEGNERIA S.P.A. VIA DEL FIUME, 14
00186 ROMA - ITALIA - P.IVA 00956841001

Webmaster / Cookies Policy / Area riservata


LottiAssociati Oice small Logo 60

Lotti Ingegneria S.p.A. is member of Oice, a FIDIC Member Association

  • Lotti Ingegneria S.p.A. is member of Oice, a FIDIC Member Association

ISO 9001 COLDNV GL Environment